costa neo romanticaIl Gruppo Costa ha annunciato che a partire da aprile 2017 Costa neoRomantica (56.800 tonnellate di stazza e 1.800 ospiti totali) offrirà crociere con partenze dall’Asia per tutto l’anno. Sarà la quinta nave Costa ad operare regolarmente in Estremo Oriente sotto il marchio Costa Asia, offrendo crociere dedicate ai clienti locali.

"Il posizionamento nel 2017 della quinta nave Costa in Asia, che si aggiunge alle due nuove navi ordinate di recente per Costa Asia, ci consentirà di continuare a far crescere in maniera significativa il mercato delle crociere in Asia, ed in particolare quello cinese, che si prevede possa diventare il secondo mercato più grande al mondo entro la fine del decennio" - ha dichiarato Michael Thamm, Amministratore Delegato del Gruppo Costa.

Costa neoRomantica arriverà a Shanghai il 10 aprile 2017, dopo una crociera di posizionamento di 23 giorni, che partirà da Port Louis (Mauritius) il 18 marzo, facendo scalo a Port Victoria (Seychelles), Malè (Maldive), Colombo (Sri Lanka), Phuket (Thailandia), Singapore, Da Nang (Vietnam) e Hong Kong.

La nave entrerà poi in bacino a Shanghai per effettuare lavori di rinnovamento, in modo da soddisfare al meglio le esigenze dei futuri ospiti cinesi ed asiatici e rafforzare il posizionamento "Italy at Sea" (Italia sul mare) che caratterizza l’offerta di Costa Asia. La prima crociera dedicata ai clienti locali partirà da Shanghai il 24 aprile 2017.

Al momento sono già tre le navi Costa che operano regolarmente in Asia, mentre una quarta, Costa Fortuna, si aggiungerà a partire dal 22 aprile 2016. Inoltre il Gruppo Costa ha annunciato recentemente l’ordine a Fincantieri per due nove navi destinate al marchio Costa Asia, che verranno costruite in Italia, con consegna nel 2019 e 2020.

Nel 2006 il Gruppo Costa è stata la prima compagnia di crociere ad entrare nel mercato cinese. Le crociere Costa sono conosciute in Cina come "Italy at sea" (Italia sul mare), perché offrono agli ospiti locali un’esperienza di vacanza in stile italiano ed europeo, caratterizzata da cucina, intrattenimento e ospitalità di alta qualità.

 Promo Meridiana 2016 Bambini gratis

La vacanza in famiglia per l’estate 2016 inizia all’insegna del risparmio: Meridiana rinnova l’offerta di successo dei voli gratis per i bambini. Un’iniziativa che permette di raggiungere le migliori mete italiane, europee e mondiali con i propri bimbi, senza spendere una fortuna sul biglietto aereo. Un omaggio di Meridiana alle tante famiglie che stanno pianificando le vacanze estive 2016 e vogliono far vivere ai propri bambini un’esperienza indimenticabile di esplorazione delle meraviglie italiane: le spiagge più belle, le città più affascinanti, i parchi divertimento più magici… Raggiungere le principali destinazioni estive italiane con i voli Meridiana e con l’offerta 2016 dei voli gratis per bambini è comodo e conveniente e non vi resta che concentrarvi sull’organizzazione della vacanza, dimenticando code e caselli autostradali e lunghe ore di automobile e traghetto. In poco tempo vi troverete a giocare con i vostri bambini immersi nelle straordinarie acque dei mari d’Italia o tra le attrazioni delle principali città italiane. Insomma: vi conviene portarli in vacanza.

PROMOZIONI BIGLIETTI MERIDIANA: ECCO COME FUNZIONA

L’OFFERTA DEI VOLI GRATIS PER BAMBINI 2016

Tipologia di promozione: voli gratuiti per bambini accompagnati da almeno un adulto (si pagano solo le tasse aeroportuali e i diritti amministrativi). Bambini e adulti devono essere presenti tutti nella stessa prenotazione. Offerta dedicata alle prenotazioni voli per bambini: da 0 a 11 anni (12 anni non compiuti).

Tratte valide dalla promozione: tratte del network nazionale (Italia su Italia) Meridiana.

Sulle tratte Roma Fiumicino-Olbia e Milano Linate-Olbia e viceversa, la promozione è applicabile dal 15 giugno al 24 luglio 2016. Tratte e tariffe escluse: rotte operate da altri vettori (code share), tratte in cui si può usufruire della tariffa di continuità da/per la Sardegna. Sono escluse le tariffe dedicate ai carnet Buy&Fly Sardegna e Buy&Fly Italia. Per prenotazioni effettuate: fino al 31/05/2016. Per voli con partenza: fino al 24/07/2016. Come applicare lo sconto: lo sconto viene applicato automaticamente in fase di prenotazione quando si verificano le condizioni previste dalla promozione. Da sapere: nel caso di cambio della prenotazione acquistata con la promozione dei biglietti gratis per bambini, il passeggero sarà tenuto a corrispondere sia l’importo dello sconto precedentemente applicato sia l’eventuale differenza tariffaria e/o penale come da regola tariffaria.

Turismo, la Sardegna cresce e si riprende i vacanzieri: la stagione sarà da record

Secondo le previsioni la crescita delle presenze arriverà al 10 per cento.

L’assessore Francesco Morandi: i segnali sono tutti molto positivi sia per il ponte che per i prossimi mesi estivi di Luca Rojch SASSARI.

Una crescita da industria cinese. La fabbrica del turismo ritorna a macinare record nell’isola. E promette un’estate da boom. I numeri regalano sorrisi a una Sardegna depressa. Le previsioni, anche le più prudenti, danno una forbice della crescita delle presenze che va dal 5 al 10 per cento. Un miracolo turistico, perché si aggiunge a una crescita già a due cifre degli ultimi 2 anni. La Sardegna dal 2013 al 2015 ha guadagnato il 20 per cento in più dei turisti. L’entusiasmo. Anche il prudentissimo assessore regionale al Turismo, Francesco Morandi non nasconde l’ottimismo. «Le prenotazioni mostrano segnali molto positivi – dice – sui trasporti marittimi, su quelli aerei e nelle strutture ricettive. Il trend di crescita è superiore a quello nazionale. che si attesta al 4 per cento». Subito spiega l’obiettivo per il 2016. «Lavoriamo non solo a un consolidamento della crescita – spiega Morandi –, che si viene a innestare su un incremento del 20 per cento registrato complessivamente negli ultimi due anni. Ma anche a un allungamento della stagione per consentire una apertura prolungata delle strutture ricettive. Le previsioni su questo primo test sono incoraggianti e lasciano intravedere un maggio positivo. In questo periodo a prevalere sono gli arrivi dall'estero. Puntiamo ad arrivare fino a tutto ottobre. Sosterremo l'attività delle aziende con azioni di comunicazione. Conosolideremo i mercati di Germania, Svizzera, Austria e Regno Unito». L’appeal. Dopo un flop lungo 5 anni ora la Sardegna è di nuovo una meta di grande fascino. Crescono le prenotazioni su navi, aerei, nelle strutture ricettive. L’incremento dovrebbe essere intorno al 10 per cento rispetto a un già positivo 2015. I motivi sono molti. Da una parte il calo dei prezzi di traghetti e alberghi. Dall’altra il crollo della maggior parte delle mete che in questi anni hanno sottratto quote di mercato al turismo sardo. Il Nord Africa è diventato un terreno di battaglia. L’Egitto è sempre meno gettonato. E anche le grandi capitali del Nord Europa subiscono gli effetti della paura globale dopo gli attentati terroristici. L’isola in mezzo al Mediterraneo ritorna a essere presa d’assalto dai vacanzieri. Per ora l’effetto negativo dell’addio di Ryanair non si sente. Anche perché fino a ottobre il taglio dei voli non penalizza troppo la Sardegna. Il peso si sentirà molto di più da novembre in poi se il governo non troverà una soluzione. E anche la lotta tra armatori sembra fare bene all’immagine turistica dell’isola. I prezzi dei biglietti dei traghetti sono calati. Nessuno si aspetti tariffe low cost, ma la guerra tra Onorato e Grimaldi regala ai sardi e ai turisti biglietti per i traghetti a prezzi più light. Il ritorno tricolore. La novità, dopo anni di crisi, è il ritorno degli italiani. Nel 2015 sono stati 6,5 milioni. Gli stranieri sono stati 5 milioni e 800 mila. La forbice si riduce, ma nel 2016 il ritorno degli italiani potrebbe diventare il tema dominante per l’isola. Nel 2015 Lombardia è stato il principale mercato in assoluto tra le regioni italiane, 1,7 milioni di presenze. Seguono il Lazio con 735 mila e il Piemonte con 550 mila. Tra i mercati esteri, il bacino di flussi nettamente maggiore è la Germania con un milione e 550 mila presenze, più 13% rispetto al 2014. Seguono la Francia con 950 mila presenze, la Svizzera che cresce del 17 per cento e fa registrare quasi 700 mila presenze e il Regno Unito con 460 mila presenze e una ripresa, più 24%, da record rispetto all'anno scorso. «Sono tutti mercati obiettivo – spiega Morandi – che rientrano nel piano strategico di promozione della Regione». La strategia. La Regione cerca di capitalizzare le strategie portate avanti in questi anni. «La Sardegna come “Isola della qualità della vita” convince i mercati – conclude Morandi –. Dopo il lancio della nuova campagna di promozione "Endless Island" durante l'Expo 2016, continua l'impegno della Regione sui mercati». Per ora l’isola si prepara a un’estate da record.